La preghiera silenziosa è biblica?




Domanda: "La preghiera silenziosa è biblica?"

Risposta:
La Bibbia può non menzionare in maniera specifica la preghiera silenziosa, ma ciò non significa che sia meno valida di quella fatta ad alta voce. Dio può udire i nostri pensieri così come può sentire le nostre parole (Salmo 139:23; Geremia 12:3). Gesù conosceva i pensieri diabolici dei Farisei (Matteo 12:24-26; Luca 11.7). Nulla di quel che facciamo, diciamo o pensiamo è nascosto a Dio, che non ha bisogno di sentire le nostre parole o di conoscere i nostri pensieri. Egli ha accesso a tutte le preghiere dirette a Lui, dette ad alta voce o nella nostra mente.

La Bibbia non menziona la preghiera in privato (Matteo 6:6). Quale sarebbe la differenza tra pregare ad alta voce e pregare in silenzio se sei da solo? Ci sono alcune circostanze nelle quali solo la preghiera silenziosa è appropriata, ad esempio pregare per qualcosa tra noi e Dio soltanto, pregare per qualcuno che è presente, ecc. Non c’è nulla di sbagliato con la preghiera silenziosa, a meno che non lo stiamo facendo perché ci sentiamo imbarazzati nell’essere visti mentre preghiamo.

Forse il verso migliore per indicare la validità delle preghiere non pregate ad alta voce, è il verso in 1 Tessalonicesi 5:17.” Non cessate mai di pregare”. Pregare incessantemente non vuol dire pregare sempre ad alta voce. Piuttosto vuol dire che siamo in un costante stato di consapevolezza della presenza di Dio, dove portiamo ogni pensiero a Lui (2 Corinzi 10:5) ed ogni situazione, progetto, timore o preoccupazione davanti al Suo trono. Alcune preghiere incessanti saranno fatte a voce alta, altre sussurrate, altre gridate, altre cantate e altre silenziose nel dirigere i nostri pensieri di lode, supplica, richiesta e ringraziamento a Dio.


Torna alla home page italiana

La preghiera silenziosa è biblica?