Che cos’è il postmillenarismo?




Domanda: "Che cos’è il postmillenarismo?"

Risposta:
Il postmillenarismo è una interpretazione di Apocalisse 20 che ritiene che la seconda venuta di Gesù verrà dopo il “millennio”, l’era dorata di prosperità e di dominio Cristiano. Il termine include varie vedute sulla fine dei tempi ed è in contrasto con il premillennarismo (la veduta che la seconda venuta di Cristo avverrà prima del regno di mille anni e che il regno millenarie è un regno letterale di 1000 anni) e, in chiave minore, con l’amillenarismo (non c’è un millennio letterale).

Il postmillenarismo è la credenza che Cristo ritornerà dopo un periodo di tempo, ma non necessariamente dopo 1000 anni letterali. Coloro che credono in questo modo non interpretano la profezia adempiuta con metodi normali e letterali. Credono che Apocalisse 20:4-6 non vada preso alla lettera. Credono che i “1000 anni” sono semplicemente un riferimento ad un periodo lungo di tempo. Inoltre, la parola “post” nel termine postmillenarismo indica la veduta che Cristo rintonerà dopo che i Cristiani (e non Cristo stesso) avranno stabilito il regno in terra.

Coloro che credono nel postmillenarismo credono che questo mondo migliorerà sempre – anche se l’evidenza sembra dire il contrario – e che tutto il mondo alla fine verrà Cristianizzato. Dopo ciò, Cristo ritornerà. Tuttavia questa non è la veduta della fine dei tempi che troviamo nella Scrittura. Dal libro dell’Apocalisse è chiaro che il mondo diventerà un luogo terribile nel futuro. Anche in 2 Timoteo 3:-17, Paolo descrive gli ultimi giorni come “difficili”.

Coloro che mantengono la teoria del postmillenarismo usano un metodo non letterale di interpretare le profezie adempiute, dando essi stessi significati diversi alle parole. Il problema di questo metodo è che quando si comincia a dare significati diversi alle parole e si esula dal significato normale, diventa possibile mantenere che una parola o una frase possano significare qualsiasi cosa. Viene così persa ogni obiettività riguardo al significato delle parole. Quando le parole perdono il loro significato, non esiste più la comunicazione. Tuttavia questo non è il volere di Dio per il linguaggio e per la comunicazione. Dio comunica con noi attraverso la Sua parola scritta, usando significati obiettivi per le parole, in modo da comunicare idee e pensieri.

Una interpretazione normale e letterale della Scrittura rifiuta il postmillenarismo e mantiene una normale interpretazione di tutta la Scrittura, ivi incluse le profezie adempiute. Abbiamo centinaia di esempi di profezie adempiute nella Scrittura. Per esempio, le profezie che riguardano Cristo nell’Antico Testamento. Quelle profezie furono adempiute letteralmente. Consideriamo la nascita dalla vergine di Cristo (Isaia 7:14; Matteo 1:23): Consideriamo la sua morte per i nostri peccati (Isaia 53:4-9; 1 Pietro 2:24). Queste profezie furono adempiute letteralmente e ciò è motivo sufficiente per presumere che Dio continuerà nel futuro ad adempiere in modo letterale la Sua Parola. Il postmillenarismo fallisce perché interpreta la profezia biblica in modo soggettivo e afferma che il regno milleniale sarà stabilito dalla chiesa e non da Cristo stesso.


Torna alla home page italiana

Che cos’è il postmillenarismo?