Dio richiede ai Cristiani di osservare il Sabato?



Domanda: "Dio richiede ai Cristiani di osservare il Sabato?"

Risposta:
In Colossesi 2:16-17, l’apostolo Paolo afferma: “Nessuno dunque vi giudichi quanto al mangiare o al bere, o rispetto a feste, o a novilunî o a sabati, che sono l'ombra di cose che dovevano avvenire; ma il corpo è di Cristo.” In modo analogo, Romani 14: afferma: “L'uno stima un giorno più d'un altro; l'altro stima tutti i giorni uguali; sia ciascuno pienamente convinto nella propria mente”. Queste Scritture rendono chiaro che l’osservanza del Sabato per i Cristiani è una questione di libertà spirituale e non un comandamento di Dio. Osservare il Sabato è una questione sulla quale la Parola di Dio ci istruisce a non giudicarci tra di noi. Osservare il Sabato è una questione intorno alla quale ogni Cristiano deve essere pienamente convinto nella sua mente.

Nei primi capitoli del libro degli Atti, i primi Cristiani erano in prevalenza Giudei. Quando i Gentili cominciarono a ricevere il dono della salvezza in Gesù Cristo, i Cristiani Giudei si trovarono di fronte ad un dilemma. Quali aspetti della legge di Mosè andavano osservati dai Cristiani Gentili? Gli apostoli si radunarono per discutere questa questione durante il concilio di Gerusalemme (Atti 15). Ecco la decisione alla quale giunsero: “Per la qual cosa io giudico che non si dia molestia a quelli dei Gentili che si convertono a Dio; ma che si scriva loro di astenersi dalle cose contaminate nei sacrifizî agl'idoli, dalla fornicazione, dalle cose soffocate, e dal sangue”. Osservare il Sabato non fu trai i comandamenti che gli apostoli ritennero necessari per i credenti Gentili. Se osservare il Sabato fosse uno dei comandamenti ancora validi per tutti i Cristiani, sarebbe inconcepibile che gli apostoli avrebbero trascurato dall’includerlo in questa lista.

Un errore comune nella discussione sull’osservanza del Sabato è che il Sabato è un giorno di adorazione. Gruppi come gli Avventisti del Settimo Giorno ritengono che la chiesa si debba incontrare per il suo culto nel giorno di Sabato. Ma ciò non corrisponde al comandamento di osservare il Sabato, che riguarda il fatto di non lavorare di Sabato (Esodo 20:8-11). Da nessuna parte nella Scrittura viene detto che il Sabato deve essere il giorno di adorazione. E’ vero che i Giudei nell’Antico e Nuovo Testamento e in tempi moderni adorano di Sabato, ma questa non è l’essenza del comandamento riguardante il Sabato. Nel libro degli Atti, quando si teneva una riunione di Sabato, era sempre una riunione di Giudei e non di Cristiani.

Qual’era dunque il giorno nel quale i Cristiani primitivi si incontravano? Troviamo la risposta in Atti 2:46-47: “E tutti i giorni, essendo di pari consentimento assidui al tempio, e rompendo il pane nelle case, prendevano il loro cibo assieme con letizia e semplicità di cuore, lodando Iddio, e avendo il favore di tutto il popolo. E il Signore aggiungeva ogni giorno alla loro comunità quelli che erano sulla via della salvazione.” Se c’era un giorno nel quale i Cristiani si incontravano regolarmente, era il primo giorno della settimana (la nostra Domenica) e non il Sabato (Atti 20:7; 1 Corinzi 16:2). Per onorare la risurrezione di Cristo nel giorno di Domenica, i primi Cristiani osservavano la Domenica, non come un “Sabato Cristiano”, ma come un giorno speciale nel quale adorare Gesù Cristo.

E’ dunque sbagliato adorare Dio il Sabato, nel Sabato Giudaico? Certo che no! Dovremo adorare Dio tutti i giorni e non solo il Sabato o la Domenica. Molte chiese oggi hanno riunioni di culto sia di Sabato che di Domenica. C’è libertà in Cristo (Romani 8:21; 2 Corinzi 3:17; Galati 5:1). Un Cristiano è tenuto ad osservare il Sabato, ossia a non lavorare di Sabato? Se un Cristiano sente che ciò è giusto per lui, allora deve assolutamente seguire ciò che sente (Romani 14:5). Tuttavia, coloro che scelgono di osservare il Sabato, non dovrebbero giudicare chi sceglie di non osservarlo (Colossesi 2:16). Inoltre, color oche non osservano il Sabato, devono fare attenzione a non rappresentare una pietra d’inciampo per coloro che non lo osservano (1 Corinzi 8.9). Galati 5:13-15 riassume la questione: “Perché, fratelli, voi siete stati chiamati a libertà; soltanto non fate della libertà un'occasione alla carne, ma per mezzo dell'amore servite gli uni gli altri; poiché tutta la legge è adempiuta in quest'unica parola: Ama il tuo prossimo come te stesso. Ma se vi mordete e divorate gli uni gli altri, guardate di non esser consumati gli uni dagli altri.”


Torna alla home page italiana

Dio richiede ai Cristiani di osservare il Sabato?