Perché Dio permette disastri naturali, come terremoti, uragani e tsunami?



Domanda: "Perché Dio permette disastri naturali, come terremoti, uragani e tsunami?"

Risposta:
Perché Dio permette terremoti, trombe d'aria, uragani, tsunami, tifoni, cicloni, slavine e altri disastri naturali? Lo tsunami nel 2004 in Asia, l’uragano “Katrina” nel 2005 nel sud est degli Stati Uniti, e il ciclone a Myanmar nel 2008 hanno fatto dubitare a molti della bontà di Dio. Turba molto vedere che i disastri naturali spesso vengono denominati “atti di Dio”, mentre non si da nessun credito a Dio per gli anni, decenni o anche secoli di clima pacifico. Dio ha creato l’intero universo e le leggi della natura (Genesi 1:1). La maggior parte dei disastri naturali sono causati dal funzionamento di queste leggi. Gli uragani, i tifoni e i tornado sono il risultato di fronti meteorologici che si scontrano. I terremoti sono il risultato delle placche terrestri che si muovono. Uno tsunami è causato da un terremoto sotto’acqua.

La Bibbia dice che Gesù Cristo tiene la natura insieme (Colossesi 1:16,17). Dio non potrebbe allora prevenire i disastri naturali? Certamente! Dio a volte influenza il clima? Certamente, lo vediamo in Deuteronomio 11:17 e Giacomo 5:17. Numeri 16:30-34 ci mostra che Dio a volte causa disastri naturali come giudizio sul peccato. Il libro dell’Apocalisse descrive molti avvenimenti che possono sicuramente essere classificati come disastri naturali (Apocalisse capitoli 6,8 e 16). Ma ogni disastro naturale è una punizione divina? Certo che no.

Nello stesso modo che Dio permette a persone malvagie di compiere opere malvagie, Dio permette che la terra rifletta le conseguenze del peccato sulla creazione. Romani 8:19-21 ci dice che: “La creazione aspetta con impazienza la manifestazione dei figli di Dio; perché la creazione è stata sottoposta alla vanità, non di sua propria volontà, ma a motivo di colui che ve l'ha sottoposta, nella speranza che anche la creazione stessa sarà liberata dalla schiavitù della corruzione per entrare nella gloriosa libertà dei figli di Dio.” La caduta dell’umanità nel peccato ha avuto effetti su tutto, incluso il mondo nel quale viviamo. Tutto nella creazione è soggetto alla “vanità” e alla “corruzione”. Il peccato è la causa primaria dei disastri naturali, esattamente come è la causa della morte, della malattia e della sofferenza.

Possiamo capire perché avvengono i disastri naturali. Ciò che non capiamo è perché Dio permetta che accadano. Perché Dio ha permesso che lo tsunami uccidesse più di 225,000 persone in Asia? Perché Dio ha permesso che l’uragano “Katrina” distruggesse le case di migliaia di persone? Intanto notiamo che questi avvenimenti scuotono la nostra fiducia in questa vita e ci obbligano a pensare all’eternità. Dopo questi disastri di solito le chiese si riempiono di persone che si rendono conto di quanto sia fragile la loro vita e di quanto facilmente gli possa essere tolta. Ciò che sappiamo è che Dio è buono! Molti miracoli straordinari si verificano durante i disastri naturali per evitare la perdita di altre vite umane. I disastri naturali fanno si che molte persone rivalutano le proprie priorità. Centinaia di milioni di dollari in aiuti umanitari vengono mandati per aiutare chi soffre. Ministeri Cristiani hanno l’opportunità di aiutare, servire, dare consulenza, pregare e portare le persone ad una fede salvifica in Cristo! Dio può portare un grande bene da tragedie terribili, e molte volte lo fa (Romani 8:28).


Torna alla home page italiana

Perché Dio permette disastri naturali, come terremoti, uragani e tsunami?