www.GotQuestions.org/Italiano




Domanda: "I doni miracolosi dello Spirito sono per oggi?"

Risposta:
Primo, è importante riconoscere che questa non è una domanda per sapere se Dio compia ancora oggi dei miracoli. Sarebbe stolto e antiscritturale affermare che Dio non guarisca le persone, che non parli alle persone e che oggi non compia segni e prodigi. La domanda è se i doni miracolosi dello Spirito, descritti anzitutto in 1 Corinzi 12-14, siano ancora attivi nella chiesa di oggi. Inoltre, questa non è una domanda se lo Spirito Santo "possa" dare a qualcuno un dono miracoloso. La domanda è se lo Spirito Santo dispensi "effettivamente" ancora oggi i doni miracolosi. Soprattutto, noi riconosciamo assolutamente che lo Spirito Santo è libero di dispensare i doni secondo la Sua volontà (1 Corinzi 12:7-11).

Nel libro degli Atti e nelle epistole, la stragrande maggioranza dei miracoli è compiuta dagli apostoli e dai loro stretti collaboratori. 2 Corinzi 12:12 ce ne dà il motivo: "Certo, i segni dell’apostolo sono stati compiuti tra di voi, in una pazienza a tutta prova, nei miracoli, nei prodigi e nelle opere potenti". Se ogni credente in Cristo fosse provvisto della capacità di compiere segni, prodigi e miracoli, questi non identificherebbero in alcun modo i segni di un apostolo. Atti 2:22 ci dice che Gesù fu "accreditato" da "opere potenti, prodigi e segni". Similmente gli apostoli furono "contraddistinti" come messaggeri genuini da parte di Dio dai miracoli che compirono. Atti 14:3 descrive il fatto che il messaggio del Vangelo era "confermato" dai miracoli che compivano Paolo e Barnaba.

1 Corinzi 12-14 affronta anzitutto l’argomento dei doni dello Spirito. Sembra da quel testo che ai cristiani "ordinari" fossero dati talvolta i doni miracolosi (12:8-10; 28-30). Non ci viene detto quanto questo fosse comune. Da quanto abbiamo appreso precedentemente, che gli apostoli erano "contraddistinti" da segni e prodigi, sembrerebbe che se i doni miracolosi fossero dati ai cristiani "ordinari", questa fosse l’eccezione, non la regola. Al di fuori degli apostoli e dei loro stretti collaboratori, il Nuovo Testamento non descrive mai specificamente degli individui che esercitino i doni miracolosi dello Spirito.

È anche importante comprendere che la chiesa primitiva non aveva la Bibbia al completo come ce l’abbiamo noi oggi (2 Timoteo 3:16-17). Pertanto, i doni di profezia, conoscenza, sapienza, ecc., erano necessari affinché i cristiani primitivi sapessero ciò che Dio voleva che facessero. Il dono di profezia mise in grado i credenti di comunicare la nuova verità e la rivelazione da parte di Dio. Adesso che la rivelazione di Dio è completa nella Bibbia, i "doni di rivelazione" non sono più necessari, almeno non nello stesso senso in cui lo erano nel Nuovo Testamento.

Dio guarisce miracolosamente le persone tutti i giorni. Dio ci parla ancora oggi, sia con una voce udibile, sia nella nostra mente o tramite le impressioni e i sentimenti. Dio compie ancora miracoli, segni e prodigi sorprendenti, e talvolta li compie mediante un cristiano. Tuttavia, quelli che abbiamo appena descritti non sono necessariamente i doni miracolosi dello Spirito. Lo scopo principale dei doni miracolosi era di dimostrare che il Vangelo era autentico e che gli apostoli erano davvero i messaggeri di Dio. La Bibbia non dice espressamente che i doni miracolosi siano cessati, ma getta le fondamenta del motivo perché essi potrebbero essere non più necessari.


© Copyright 2002-2014 Got Questions Ministries.