www.GotQuestions.org/Italiano




"Libro di Ezekiel"

Autore: il profeta Ezechiele è l'autore del Libro (Ezechiele 1:3). Egli visse nello stesso periodo di Geremia e Daniele.

Datazione: il libro di Ezechiele fu probabilmente scritto tra il 593 ed il 565 B.C. Durante la cattività Babilonese degli Ebrei.

Scopo del Libro: Ezechiele lavorò in una generazione peccatrice e senza speranza. Lo scopo del suo ministerio profetico fu di riportarli al rimorso e di sperare nel futuro. Egli insegnò che: (1) Dio lavora attraverso messaggeri umani; (2) Anche nella disperazione il popolo di Dio deve affermare la sovranità di Dio; (3) la Parola di Dio non viene mai meno; (4) Dio è presente e può essere adorato ovunque; (5) le persone devono obbedire Dio se vogliono le Sue benedizioni; ed infine che (6) il regno di Dio verrà.

Versetti Chiave: Ezechiele 2:3-6, "Egli mi disse: «Figlio d'uomo, io ti mando ai figli d'Israele, a nazioni ribelli, che si sono ribellate a me; essi e i loro padri si sono rivoltati contro di me fino a questo giorno. 4 A questi figli dalla faccia dura e dal cuore ostinato io ti mando. Tu dirai loro: "Così parla il Signore, DIO". 5 Sia che ti ascoltino o non ti ascoltino, poiché sono una casa ribelle, essi sapranno che c'è un profeta in mezzo a loro. 6 Tu, figlio d'uomo, non aver paura di loro, né delle loro parole, poiché tu stai in mezzo a ortiche e spine, abiti fra gli scorpioni; non aver paura delle loro parole, non ti sgomentare davanti a loro, poiché sono una famiglia di ribelli.”

Ezechiele 18:4, “Ecco, tutte le vite sono mie; è mia tanto la vita del padre quanto quella del figlio; chi pecca morirà.”

Ezechiele 28:12-14, "12 «Figlio d'uomo, pronuncia un lamento sul re di Tiro e digli: Così parla il Signore, DIO: "Tu mettevi il sigillo alla perfezione, eri pieno di saggezza, di una bellezza perfetta; 13 eri in Eden, il giardino di Dio; eri coperto di ogni tipo di pietre preziose: rubini, topazi, diamanti, crisoliti, onici, diaspri, zaffiri, carbonchi, smeraldi, oro; tamburi e flauti, erano al tuo servizio, preparati il giorno che fosti creato. 14 Eri un cherubino dalle ali distese, un protettore. Ti avevo stabilito, tu stavi sul monte santo di Dio, camminavi in mezzo a pietre di fuoco.”

Ezechiele 33:11, "Di' loro: "Com'è vero che io vivo", dice il Signore, DIO, "io non mi compiaccio della morte dell'empio, ma che l'empio si converta dalla sua via e viva; convertitevi, convertitevi dalle vostre vie malvagie! Perché morireste, o casa d'Israele?"

Ezechiele 48:35, "Il perimetro sarà di diciottomila cubiti. Da quel giorno, il nome della città sarà: "Il SIGNORE è là"».

Breve Riassunto: Come si può vivere in un mondo allo sbaraglio? Ezechiele, destinato ad iniziare il suo ministerio a trent'anni, fu portato via dalla sua terra nativa per marciare verso Babilonia all'età di venticinque anni. Per cinque anni attraversò la disperazione. All'età di trent'anni una gloriosa apparizione della gloria di Yahweh modificò il suo essere in Babilonia. Il sacerdote/profeta scoprì che Dio non era confinato nei confini della terra natia. Invece, Egli è un Dio universale che comanda e controlla persone e nazioni. In Babilonia, Dio impartì ad Ezechiele la Sua Parola per il popolo. La sua chiamata trasformò Ezechiele. Egli diventò avidamente devoto alla Parola di Dio. Egli realizzò di non aver nulla da dare alle persone in cattività, ma era convinto che la Parola di Dio parlava alla loro situazione, dando loro la vittoria. Ezechiele utilizzò vari metodi per trasmettere la Parola di Dio al suo popolo. Utilizzò l'arte nel disegnare Gerusalemme, azioni simboliche e una condotta particolare per garantirsi l'attenzione. Si tagliò barba e capelli per mostrare cosa Dio avrebbe fatto a Gerusalemme ed ai suoi abitanti.

Il libro può essere diviso in quattro parti:

Capitoli 1-24: profezie sulla rovina di Gerusalemme.

Capitoli 25-32: profezie sul giudizio di Dio sulle nazioni confinanti.

Capitolo 33: una finale chiamata al pentimento d'Israele.

Capitoli 34-48: profezie sulla futura restaurazione d'Israele.

Profezie: Ezechiele 34 non è un capitolo dove Dio denuncia i leader d'Israele come falsi pastori verso il popolo di Dio. Invece di occuparsi delle pecore d'Israele, essi si curano di loro stessi. Mangiano il meglio e si vestono bene. (Ezechiele 34:1-3). Al contrario, Gesù è il buon Pastore che pone la Sua vita per le pecore e le protegge dai lupi che vogliono uccidere gli agnelli (Giovanni 10:11-12). Il versetto 4 del Capitolo 34 descrive le persone che hanno avuto pastori incapaci come deboli, malate, perse. Gesù è il grande Guaritore che guarisce le nostre ferite spirituali (Isaia 53:5) attraverso la Sua morte sulla croce. Egli è colui che cerca e salva coloro che son persi (Luca 19:10).

Applicazione Pratica: Il libro di Ezechiele ci invita ad unirci e vivere incontrando il Dio di Abramo, Mosè e dei Profeti. Ezechiele ci sfida: sperimenta una vita diversa per il potere, la conoscenza, l'eterna presenza e la santità di Dio; permetti a Dio di guidarti; comprendi la profondità del peso della malvagità che vi è nel cuore di ogni uomo; per riconoscere che Dio considera i propri servi responsabili di avvertire gli uomini dei loro peccati; di sperimentare una relazione vivente con Cristo Gesù, il quale dichiara che il nuovo patto deve essere ricercato nel Suo sangue.

© Copyright 2002-2014 Got Questions Ministries.