www.GotQuestions.org/Italiano




"Libro di Amos"

Autore: Amos 1:1 identifica come suo autore il Profeta Amos.

Datazione: il libro di Amos fu probabilmente scritto tra il 760 ed il 753 a.C.

Scopo del libro: Quando Dio lo chiamò, Amos era un pastore e raccoglitore di frutta dal villaggio giudeo di Tekoa. Nonostante Amos non avesse un educazione sacerdotale, la sua missione fu di raggiungere il confinante popolo del nord, Israele. I suoi messaggi e le sue esortazioni a redimersi dai peccati erano vastamente rifiutato perché le cose andavano bene in Israele. Il ministerio di Amos accade quando in Israele stava regnando Jeroboam II ed Uzziah in Giudea.

Versetti Chiave: Amos 2:4, " Così parla il SIGNORE: «Per tre misfatti di Giuda, anzi per quattro, io non revocherò la mia sentenza, perché hanno disprezzato la legge del SIGNORE e non hanno osservato i suoi precetti, e perché si sono lasciati sviare dai loro falsi dèi, dietro i quali erano già andati i loro padri.”

Amos 3:7, "Poiché il Signore, DIO, non fa nulla senza rivelare il suo segreto ai suoi servi, i profeti.”

Amos 9:14, “Io libererò dall'esilio il mio popolo, Israele; essi ricostruiranno le città desolate e le abiteranno; pianteranno vigne e ne berranno il vino; coltiveranno giardini e ne mangeranno i frutti.”

Breve Riassunto: Amos riesce a vedere oltre l'esterna prosperità e potere d'Israele, in quanto internamente la nazione era profondamente corrotta. La lista per cui Amos li accusa è lunga: rifiuto della Parola di Dio, idolatria, adorazione pagana, avarizia, leader corrotti e oppressione dei poveri. Amos pronunciò inizialmente un giudizio contro le nazioni confinanti, poi contro la propria nazione, Giudea ed infine il giudizio più duro venne dato ad Israele. Le sue visioni da parte di Dio trasmettono un messaggio: il giudizio è vicino. Il libro termina con la promessa fatta ad Amos di una futura restaurazione.

Profezie: il libro di Amos finisce con una gloriosa promessa per il futuro: “Io li pianterò nella loro terra e non saranno mai più sradicati dalla terra che io ho dato loro», dice il SIGNORE, il tuo Dio.” (9:15). La realizzazione della promessa di Dio ad Abramo (Gen. 12:7; 15:7; 17:8) avverrà durante il millenario regno di Cristo in terra (vedi Gioele 2:26,27). Apocalisse 20 narra che vi saranno 100 anni di regno di Cristo sulla terra, un tempo di pace e gioia sotto la perfezione del Salvatore in persona. In quel periodo, i credenti Ebrei ed i Gentili Cristiani saranno mischiati nella chiesa e vivranno e regneranno con Cristo.

Applicazione Pratica: A volte crediamo di essere “solo un..venditore, una casalinga o un contadino”. Anche Amos potrebbe essere considerato “solo un..”, in quanto non era un sacerdote, né era figlio di un profeta. Egli “era solo un” pastore in Giudea. Chi lo ascolterebbe? Ma invece di inventarsi scuse, Amos obbedì e divenne la voce di Dio che esortava al cambiamento.

Dio ha utilizzato “solo” pastori, carpentieri e pescatori in tutta la Bibbia. Qualsiasi cosa tu sei in questa vita, Dio può usarti. Amos non era molto. Era “solo un” servitore di Dio. E' dunque buono essere “solo un”, se è per Dio.

© Copyright 2002-2014 Got Questions Ministries.