www.GotQuestions.org/Italiano




"Il Libro dei Salmi?"

Autore: le brevi descrizioni che introducono i salmi danno 73 conferme che Davide sia l'autore. La personalità ed identità di Davide è chiaramente spiegata in questi salmi. Per quanto sia chiaro che Davide sia l'autore della maggior parte dei salmi, non è l'autore dell'intera collezione. Due dei salmi, il 72 ed il 127 sono attribuiti al successore di Davide, Salomone. Il salmo 90 è una preghiera scritta da Mosè. Un altro gruppo di dodici salmi, il 50 e quelli compresi tra il 73 ed 83, son attribuiti alla famiglia di Asaph. Il figlio di Korah scrisse 11 Salmi (42, 44-49, 84-85,87-88). il salmo 88 è attribuito ad Heman, mentre l'89 è attribuito ad Ethan. Esclusi Salomone e Mosè, tutti gli altri autori son sacerdoti o Leviti che avevano il ruolo della lode durante il regno di Davide. Cinquanta dei Salmi non son attribuibili a nessun autore certo.

Datazione: un'attenta analisi dei testi e dell'argomento trattato nei salmi, rivela che il periodo coperto è di molti secoli. Il Salmo più antico è la preghiera di Mosè (90), una riflessione sulla fragilità dell'uomo paragonata all'eternità di Dio. Il Salmo più recente è probabilmente il 137, una canzone di lamento, chiaramente scritto durante i giorni in cui gli Ebrei erano prigionieri dai Babilonesi, tra il 586 ed il 538 a.C.

E' chiaro che i 150 Salmi furono scritti da diverse persone in un periodo di 100 anni di storia di Israele. E' ipotizzabile che furono scritti e messi insieme da un anonimo editore subito dopo la fine della cattività, attorno al 537 a.C.

Scopo del libro: il libro dei Salmi è il più lungo della Bibbia. E' anche il più vario, in quanto le tematiche spaziano da Dio, alla creazione, alla lode, alla saggezza, al peccato, al giudizio, alla giustizia ed alla venuta del Messia.

Versetti chiave:

Salmo 19:1, “I cieli raccontano la gloria di Dio e il firmamento annuncia l'opera delle Sue mani.”

Salmo 22: 16-19, 16 Poiché cani mi hanno circondato; una folla di malfattori m'ha attorniato; m'hanno forato le mani e i piedi. 17 Posso contare tutte le mie ossa. Essi mi guardano e mi osservano: 18 spartiscono fra loro le mie vesti e tirano a sorte la mia tunica.19 Ma tu, SIGNORE, non allontanarti, tu che sei la mia forza, affrèttati a soccorrermi.

Salmo 23:1, “Il SIGNORE è il mio pastore: nulla mi manca.”

Salmo 29:1-2,
Date al SIGNORE, o figli di Dio,
date al SIGNORE gloria e forza!
2 Date al SIGNORE la gloria dovuta al suo nome;
adorate il SIGNORE, con santa magnificenza.

Salmo 51:10, O Dio, crea in me un cuore puro e rinnova dentro di me uno spirito ben saldo.

Salmo 119:1-2, 1 Beati quelli che sono integri nelle loro vie, che camminano secondo la legge del SIGNORE. 2 Beati quelli che osservano i suoi insegnamenti, che lo cercano con tutto il cuore

Breve Riassunto: il libro dei Salmi è una collezione di preghiere, poemi ed inni che si concentra su l'adorazione e la lode verso Dio. Parti del libro erano utilizzate dal popolo d'Israele come inni durante culti di adorazione. L'eredità musicale dei Salmi è ereditata dal titolo. Infatti il nome viene dalla parola Greca, che significa: "una canzone cantata con l'accompagnamento di strumenti musicali.”

Profezie: la tematica di un Salvatore mandato per il Suo popolo è ricorrente nei Salmi. Figure profetiche del Messia son menzionate in numerosi Salmi. Il Salmo 2:1-12 rappresenta il trionfo del Messia e del Suo regno. Il Salmo 16:8-11 anticipa la Sua morte e la resurrezione. Il Salmo 22 anticipa i dettagli della crocifissione, che si realizzarono tutti al momento di Cristo. La gloria del Messia e della Sua sposa è spiegata nel Salmo 45:6-7, mentre nei Salmi 72:6-17, 89:3-37, 110:1-7 e 132:12-18 viene rappresentata l'universalità del Suo regno.

Applicazione Pratica: uno dei risultati dell'essere ripieni dello Spirito è cantare lodi a Dio. I Salmi sono “il libro dei canti” della chiesa primitiva che riflettono la nuova verità in Dio.

Dio è lo stesso Signore in tutti i Salmi, ma rispondiamo a Lui in modi diversi, a seconda delle circostanze specifiche della nostra vita. Il meraviglioso Dio che adoriamo, dichiara il Salmista, colui che è al di sopra delle umane esperienze, ma anche colui che è abbastanza vicino da toccarci e camminarci accanto nella vita.

Possiamo dunque portare i nostri stati d'animo a Dio—non importa quanto negativi possano essere- dato che possiamo dunque riposare nella certezza che ascolterà e capirà. Il Salmista ci insegna che la preghiera più profonda è la richiesta di aiuto quando ci troviamo sommersi nei problemi della vita.

© Copyright 2002-2014 Got Questions Ministries.